· 

Matite che lasciano il segno!

Pochi oggetti sanno regalare emozioni  come lo scorrere di una matita su un foglio di carta con il profumo che emana il legno al  naturale o il legno reso più accattivante da lucidature e decori multicolor.
E nonostante le agendine elettroniche, i compiuter ultrapiatti, la matita resiste e non perde il suo fascino: tutti i i più grandi artisti ne hanno fatto un oggetto di culto.  
Matite che sanno lasciare il segno, oggi come tanto tempo fà!

A creare  la matita vera e propria fu nel 1765 lo scienziato francese Nicholas Jacques Conté, capostipite della società che tutt'ora, attraverso trasformazioni e nuove acquisizioni continua ininterrottamente la produzione delle matite in legno a cui le nostre collezioni appartengono

 

Lavorazioni e cura artigianale, legni certificati, mina resistente.

In tutto, dalle 14  alle 17 operazioni  per fare le matite che ti proponiamo!

Puoi fare 42 km di scrittura!  mentre con il portamine raggiungi i 10 km e con la penna a sfera ancora molto meno. 

 

Ma come sono costruite esattamente le matite?

Il corpo della matita è in legno, materiale ecologico eccezionale, naturale e rinnovabile.

il più pregiato è il legno di Cedro della California considerato una delle più belle essenze e tra le più durature al mondo.
Ottimi per le loro caratteristiche meccaniche, di leggerezza,  per la bellezza delle  venature  e colorazioni, sono anche il legno di Pulay di origine indonesiana, il legno di Pioppo della Bretagna, il pino Silvestre. 

Cedro della California

Pulay

Pioppo

Pino Silvestre


La matita si compone di due tavolette di legno con una scanalatura interna su cui  viene incollata la mina.
E più la mina è aderente al legno, maggiore è la qualità della matita, minore il pericolo che si spezzi!

 

Ed il piacere della scrittura dipende molto dalla qualità della mina.
La mina si compone di due elementi: la grafite che dona la colorazione e l’argilla che serve da collante.
Le proporzioni di questi due elementi, assieme alla varie temperature applicate nella lavorazione dell’impasto, determinano il grado di durezza della mina.


La mina, viene quindi incollata a sandwich tra due tavolette di legno appositamente scanalate. Posizionata la mina su una tavoletta,  si incolla sopra, la seconda tavoletta. 

 

Si procede quindi ad intagliare le tavolette per ottenere la forma finale della matita, alle finiture ed infine, alla applicazione di uno o più strati di vernice. 

 

La matita è ora pronta per inserire il messaggio pubblicitario: il tuo logo, slogan, www, decoro grafico...


Puoi scegliere:

  • La matita ecologica  senza vernice  o vernice trasparente 
  • La matita con vernice colore o vernice fluo
  • La matita total black
  • Le matite bicolore  2 mine fluo, o mina grafite e fluo
  • Le matite pastello
  • Evidenziatore fluo una mina o fluo bicolor

Ed ancora:

  • la matita cuore , la matita quadrifoglio
  • La matita tonda, esagonale, quadrata, triangolare, carpentiere, 42 km


Perché il 10 settembre è il compleanno della matita?

Le origini della matita si perdono nei secoli; risalgono, infatti, al XVI  secolo  le prime testimonianze di oggetti simili al lapis.


Dopo una fortissima tempesta fu scoperto un enorme giacimento di grafite pura in Borrowdale, in Inghilterra.

I pastori del luogo  accortisi  subito  di questo  nuovo misterioso minerale, cominciarono ad utilizzarlo per marchiare le loro pecore  e successivamente, per poter scrivere, lo avvolsero  in lembi di tessuto o lana.

Diventata famosa  tra chi necessitava  di un materiale  con cui  scrivere  o disegnare,  la grafite fu inserita  tra i materiali più disparati  per  ottenere un supporto più stabile  che consentisse di non sporcarsi le mani.

Furono due italiani Simonio e Lyndiana Bernacotti  i primi  a pensare  ad un contenitore in legno su cui  creare dei fori  per  poter   inserire ed incollare un’anima in grafite, ma si è soliti  festeggiare il "compleanno  della matita  il 10 settembre", giorno in cui  nel 1795 lo scienziato  francese Nicholas Jacques Conté  mise a punto  l'’invenzione di  mescolare la grafite pura con l’argilla, per ottenere mine più “dure”.  

Era nata la matita moderna!


Vuoi conoscere le attività, i progetti, le nostre selezioni per te, ... nella tua mail?

Per maggiori informazioni consulta la Privacy



Cristina Colonnello

Owner at Design Center per comunicare, da oltre venti anni nel settore del marketing e della comunicazione.

Mi dedico alla realizzazioni di progetti esclusivi di regali dedicati, premi, corporate merchandising.

Soluzioni creative, di design, originali, su misura, adatte a supportare le varie esigenze di pubbliche relazioni del cliente: dal regalo dedicato, al prodotto operativo, all'omaggio di accoglienza.



Scrivi commento

Commenti: 0